Monte Cusna (da Case Cattalini)

CUSNA 2121 M. - LA PIELLA 2077 M. - MONTE RAVINO 1882 M.

Cusna Lungo itinerario nell'Alto Appennino Reggiano che ci portera' sulla sua vetta piu' alta: il Cusna. Partenza da Civago (RE), un piccolo borgo nell'Alta Valle del Dolo; per raggiungerlo sono possibili diversi itinerari, a seconda della provenienza. Nel mio caso, soggiornando a Montecreto, ho seguito la SP324 superando Pievepelago e S.Anna Pelago; in localita' Imbrancamento ho abbandonato la SP324 (che prosegue al vicino Passo delle Radici) per svoltare a dx sulla SP486R in direzione di Piandelagotti, Roncatello e quindi Civago. Arrivati in paese occorre seguire via Adriano Gigli fino alla localita' Case Cattalini (1159 m.); qui la strada diventa sterrata (ma ancora buona) e prosegue per 8 km. Noi lasciamo l'auto qui e ci incamminiamo sul CAI 681 in direzione del Passo della Volpe. Saliamo prevalentemente all'interno del bosco, incrociando numerose altre tracce che ignoriamo. Usciamo dal bosco per risalire l'ultimo strappo lungo la Valcalda e giungiamo cosi' al Passo della Volpe (1807 m.), valico posto tra l'Alpe di Vallestrina ed il Monte Ravino. Adesso proseguiamo a dx lungo il CAI 607, costeggiando i pendii dell'Alpe di Vallestrina e giungendo prima all'omonimo passo (1831 m.) e successivamente al Passone (1857 m.), importante valico tra la Val d’Asta, Val d’Ozola e Val Dolo. Da qui in breve è possibile raggiungere il vicino Rifugio Battisti; noi continuiamo invece sul CAI 607 salendo in direzione dell'ampio e docile crinale del Monte La Piella (2077 m.). Insistiamo sul crinale arrivando alla stazione di arrivo del secondo troncone della seggiovia che sale da Rescadore (Emilia 2000) e proseguiamo risalendo le facili e brevi roccette che portano al Sasso del Morto (2075 m.). Ancora sul CAI 607 giungiamo ai piedi della slanciata cresta SE del Cusna; da una sella ignoriamo la traccia che traversa a dx e proseguiamo dritti risalendo la cresta rocciosa. Ogni tanto occorre usare le mani ma nel complesso la risalita non presente alcuna difficolta'. Arriviamo cosi' in vetta (croce e statua della Madonna); caliamo sul versante opposto sino ad un bivio: ignoriamo il 625 a dx e svoltiamo a sx sul CAI 627. La traccia, nella prima parte, scende per ripidi prati sino ad un bivio: teniamo la sx, sempre CAI 623 in direzione del Passone. In questo tratto traversiamo la Costa delle Veline, bell'ambiente alpestre, tra fioriture varie e marmotte. Giunti nuovamente al Passone ripercorriamo l'itinerario dell'andata sino al Passo della Volpe. Qui decidiamo di continuare sul CAI 607 risalendo il facile crinale del Monte Ravino. Dal punto piu' alto, sempre sul 607, iniziamo la discesa verso Civago. La traccia segue un valloncello erboso, fa un ampia ansa da dx a sx fino ad entrare definitivamente nel bosco. Intorno ai 1550 m. incrociamo la sterrata che sale da Case Cattalini; la attraversiamo e riprendiamo a scendere sul CAI 607. Ad un bivio ignoriamo il 631A a dx e teniamo la sx; il successivo tratto di sentiero nel bosco è piuttosto ripido e disagevole ma sempre ben segnato, una vera disgrazia per le gambe ormai affaticate! Nella parte bassa si aggira una frana sulla sx, su evidente traccia e si prosegue su sentiero sempre piu' inerbito. Ancora un ultimo bivio dove teniamo la sx, su largo stradello, ed in breve arriviamo alla strada sterrata e quindi all'auto. L'itinerario puo' essere ovviamente reso meno faticoso sfruttando la strada forestale che sale da Case Cattalini.

 

Gallery Monte Cusna (da Case Cattalini)

© 2015 Svizzy il Demone Delle Dolomiti. All Rights Reserved. Viola Feroce.....Gobbo Veloce!!!!